Geco nano

Genere e specie: Tropiocolotes steudneri
Nome comune: “geco nano”
Famiglia: Gekkonidae

PROVENIENZA

Aree desertiche di Egitto, Libia, Algeria, Marocco

CARATTERISTICHE

Questo invisibile geco detto anche “geco nano” è distribuito nei deserti sabbiosi nordafricani. Le sue dimensioni sono davvero ridotte, infatti gli adulti arrivano appena a 4/5 cm di lunghezza. Fisicamente è un piccolo geco dalla forma affusolata di colore giallo/marrone. Non possiede lamelle subdigitali ma piccole unghiette che gli permettono di arrampicarsi su legnetti e piccole piante.

CATTIVITA’

Il terrario sarà costituito da un fauna box di medie/piccole dimensioni in cui non dovrà mancare la sabbia di spessore 10 cm dal fondo e qualche piccolo legnetto. La fonte d’acqua può essere ricreata con un tappo di bottiglia posto sulla superficie sabbiosa. Nel terrario possono convivere anche più di un esemplare in modo da formare un piccolo harem. Il tropiocolotes difficilmente potrà cibarsi di grilli e cavallette date le sue dimensioni. La sua dieta comprende dunque piccoli insetti come drosophile.

RIPRODUZIONE

Il dimorfismo è molto difficile da interpretare..tendenzialmente il maschio è di dimensioni maggiori e ha i due rigonfiamenti degli emipeni in zona cloacale, ma, per avere la certezza dei sessi è bene munirsi di una lente di ingrandimento(se non siete dei falchi!) altrimenti non saprete mai se ciò che state allevando è un lui o una lei! E’ un geco oviparo, depone piccolissime uova che sono comunque da incubare in minuscoli contenitori a temperature di 26-29 gradi per 60 giorni. I babies(se riuscite a vederli)potranno già essere sfamati da subito con piccole drosophile.

LEGISLAZIONE

Questo animale non necessita di alcun documento CITES e se vengono rispettate le norme igienico sanitarie nazionali è di libera vendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.