Geco dall’elmo

Genere e specie: Geckonia chazaliae
Nome comune: “geco dall’elmo”
Famiglia: Gekkonidae

PROVENIENZA

Africa occidentale

CARATTERSICTICHE

Questo piccolo geconide africano può raggiungere i 10 cm in lunghezza. Il geco dall’elmo concentra tutto il grasso corporeo in corrispondenza dei fianchi, invece che nella coda, questa carattersitica lo distingue notevolmente da tutti gli altri gechi asiatici. E’ dotato di un elmo piatto sulla nuca e da grossi globi oculari e da una bocca molto larga. Il corpo è tappezzato da macchie marroni e grige. Le zampe e la coda sono vistosamente poco sviluppate rispetto al resto del corpo. Si tratta di un geco dalla natura notturna/crepuscolare.

CATTIVITA’

La teca dovrà essere di 50×40×50 cm mentre le temperature dovranno rispettare i 25 gradi diurni e i 18 gradi notturni. La fonte di raggi UVB è pressoché indispensabile per la corretta assimilazione del calcio nelle ossa dell’animale(anche se molti non la ritengono necessaria). Quest’ultima dovrà essere posta ad una distanza non inferiore a 30 cm dal rettile stesso avendo cura di non frapporre barriere che altrimenti schermerebbero in maniera drastica i preziosi raggi. L’arredamento ricorderà un’ambientazione semi desertica comprendente un fondo in sabbia sterile, grossi sassi e tane direttamente proporzionate alla grandezza dell’esemplare.
Il substrato sarà composto da sabbia appositamente sterilizzata e sughero e da qualche piccola roccia, la fonte d’acqua non dovrà comunque mancare. Per l’alimentazione si può variare molto; dai grilli alle piccole blatte alternando camole della farina. Ogni insetto dovrà essere spolverato da polvere di calcio+d3 una tantum.

LEGISLAZIONE

Questo animale non necessita di alcun  documento CITES e se vengono rispettate le norme igienico sanitarie nazionali è di libera vendita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.