Algiroide magnifico

Nome scientifico: Algyroides nigropunctatus

Nome comune: algiroide magnifico

Ordine: squamata

Famiglia: lacertidi

Velenoso: no

Indole: pacifica

Dove e quando lo si può incontrare

Algyroides nigropunctatus é presente sul confine dell’Italia nord-orientale (Trieste).

E’ attivo da marzo a novembre.

E’ un animale diurno, di natura terricola.

Ama passare le sue giornate in luoghi caldi e termoregolarsi al sole su i muri delle abitazioni, tronchi d’albero, muretti a secco. Lo si può trovare fino a 1100 metri sul livello del mare.

Descrizione visiva

E’ una lucertola dal corpo minuto e snello che può arrivare ad una lunghezza di 16-20 centimetri in età adulta. E’ la più grande del suo genere. La testa é allungata e osserva una forma triangolare. Gli occhi sono piccoli e sporgenti. Il dorso della lucertola può essere bruno-rossiccio con punteggiature scure. Il ventre rimane rosso o arancione anche su i fianchi. La coda é molto lunga, due volte più del corpo. Assomiglia molto a Podarcis muralis se non fosse che si differenzia da questa per l’importante carenatura delle squame orientate tutte in obliquo.

Un altro rappresentante del genere Algyroides è Algyroides fitzingeri che vive in Sardegna.

Comportamento e riproduzione

Algyroides nigropunctatus é un abile arrampicatrice. Si arrampica con grande facilità su alti arbusti e rami. Grazie ai suoi artigli e’ in grado di percorrere superfici verticali. Tuttavia non riesce a salire su i vetri poiché non dispone di lamelle subdigitali. La lucertola si nutre di vegetali e caccia lombrichi, farfalle e piccoli artropodi. Nel periodo più torrido della stagione estiva si nasconde sotto rocce o tronchi d’albero al riparo dalla calura.

Il maschio é distinguibile dalla femmina perché ha gola e margine degli occhi blu acceso.

L’accoppiamento avviene tra marzo e giugno. La deposizione si svolge da maggio a luglio e il numero delle uova varia da 2 a 3 per circa due deposizioni all’anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.